Intervista a Paolo di Pofi

 Intervista a Paolo di Pofi

Camminando su Via del TRITONE

arrivo al 102 e ad accogliermi c'è il grande, l' immenso, il maestoso PAOLO DI POFI, la sua fama è mondiale, come il suo tocco magico sui capelli delle meravigliose artiste che hanno avuto l'onore di farsi manipolare, accarezzare e cambiare totalmente come toccate da una bacchetta magica.

Ciao Paolo, oltre ad essere un artista straordinariamente geniale , sei un concentrato di aggettivi fondamentali con cui ti sei affermato nel mondo del Glamour del Fashion,  e della Tv , del cinema, di tutto ciò che è scena e  palcoscenico , chi non ti conoscere ancora non è nato, la fama e la bellezza delle tue acconciature  cavalca il mondo,  hai  le famose " mani di fata"  .

Vorrei farti qualche domanda per togliermi  delle personali curiosità :

 

 

Cosa sognavi da bambino?

Da bambino sognavo di toccare i capelli delle donne della TV, amavo mettere le mani nei capelli di tutte le donne della mia famiglia, e sentire questa fibra nelle mie mani era per me come avere una cosa che mi dava piacere

 

 

Quando hai capito che avevi un dono speciale ?

A 14 anni, ero già consapevole di essere diverso dagli altri e di avere questa magia nelle mani e l’ho accettata come un VERO dono.

 

Da quali geni proviene  questo tuo  importante dono?

Non conosco e non so da quali geni può provenire questo mio dono, ma quello che ho è una grande sensibilità.

 

 

Chi è Paolo Di Pofi adolescente ?

Ero un ragazzo cicciottello, con una grande visione: lavoravo incessantemente, non esisteva per me riposo.

Esercitavo già da allora questa professione come un divertimento non come un lavoro, non c’erano orari o stanchezza che potessero fermarmi.

 

 

Un bel giorno apri gli occhi e …

La consapevolezza di aver raggiunto traguardi importati non l’ho mai avuta perché Non mi sono mai soffermato a guardarmi indietro, sono stato sempre proiettato avanti per i lavori futuri che ho sempre avuto.

Oggi mi guardo indietro e rimango stupito per tutto quello che ho creato e ho fatto perché mi sembra un’altra vita. A volte penso: ho fatto io tutte queste cose?

 

Qual è il personaggio pubblico che ti ha gratificato più delle altre ad aver acconciato?

 

Ho conosciuto Monica Bellucci avevamo 24 anni entrambi.

Prima sfilata Piazza di Spagna , lei era già un modella molto famosa: tutti pensavano che era la donna più bella del mondo.

Con lei ho costruito una vita, professionalmente siamo cresciuti insieme ed oggi, come allora, è sempre quella che mi crea più emozioni.

 

 

Quando hai trasformato una persona dalla notte al giorno ti senti soddisfatto o ti chiedi di più?

La ricerca fatta sulla trasformazione non è soltanto quello che si vede, bensì più profonda poiché va a toccare l’equilibrio della persona a tal puto da conferirgli una grande sicurezza, che è visibile attraverso il comportamento.

Quindi una donna che si sente più sicura di se sarà più intraprendente, una donna che si sente più bella affronterà tutto con più leggerezza e questo mi rende felice e soddisfatto.

 

Di quale Stato pensi che le donne hanno più cura nei capelli ?

Ho girato il mondo da Oriente a Occidente, facendo sfilate e servizi internazionali per Biagiotti e Fendi Altamoda .

Conosco tutte le donne del mondo, attraverso le modelle si possono capire le donne del posto.

Facendo una classifica le più belle del mondo sono le Russe, seguite dalle cinesi del nord.

Ma le donne che curano di più i capelli sono le donne del Brasile, poiché hanno dei capelli più difficili da trattare.

 

Quando vedi una donna con la testa disordinata a cosa pensi?

Per me i capelli chiaramente sono come un documento. Odio vedere le persone in disordine perché una donna anche nel suo piccole, anche se non ha molte possibilità può essere in ordine: se sceglie di non esserlo non è una cosa che guardo con simpatia.

 

Tu che fai sognare le donne di tutto il mondo e gli uomini incantati guardare, hai qualche sogno ancora nel cassetto ?

Ho ancora tanti sogni da realizzare e quando ne affronto uno nuovo ho sempre l’entusiasmo che fa da padrone.

Adesso imminente

 

 

Cosa pensi guardando il mare?

Il mare è l’elemento che preferisco, guardare l’orizzonte mi rilassa e mi porta in una dimensione meravigliosa da dove non vorrei mai uscire

 

 

Un ultima domanda,  chi sarebbe Paolo Di Pofi se fosse nato in un isola ?

Ho una grande capacità di adattamento, sicuramente sarei sopravvissuto traendo il meglio da me

 

 

 

 

Ti ringrazio PAOLO DI POFI  e mi inchino a te persona dalle mani d'oro, sei un   mito.    Ciao Paolo 

 

                                                                                                                                                                 Fashion Editor Donatella Aquilea