DIARIO DI UNA MAMMA SCONVOLTA

DIARIO DI UNA MAMMA SCONVOLTA

Oggi mia figlia mi ha detto: “ Mamma, io da grande non mi sposerò;  a che serve sposarsi se poi dopo un po’  finisce tutto ? “.

Ora, dopo avere finito di mettere tutto a posto , mi riecheggiano nella testa le sue parole, e mi chiedo in che cosa io abbia sbagliato per aver creato nella sua mente questa convinzione così pessimistica!  Eh sì, perché quello che mi ha detto oggi una ragazzina di tredici anni non è una cosa da poco, sarà sicuramente il frutto di osservazioni personali  elaborate sulla base di esempi sbagliati. Questi sono quei momenti in cui un genitore si sente fallito, certe frasi ti spiazzano e pensi che magari non hai fatto proprio un bel lavoro finora. Si dice sempre che il buon esempio è la cosa più importante :  ora, a questo punto, o il nostro esempio non è stato recepito in pieno o mia figlia si guarda intorno e fa delle considerazioni cosmiche!

In questi casi forse sarebbe il caso di indagare, di chiedere il perché di questa affermazione , di capire cosa le ha portato a pensare che dopo tanti anni di matrimonio la passione svanisca e rimanga l’affetto, cioè quel sentimento forte che unisce due persone , al di là del sesso, al di là dei problemi, delle tragedie, dei lutti che la vita inevitabilmente ci ha regalato?

Non lo so, ancora sto riflettendo, anzi per dirla tutta, rimuginando, intanto scrivo, forse per trovare una risposta o forse semplicemente perché mi dà un senso di pace e più tardi qualche cosa farò!